Un vino in 60 minuti, presto e bene non stanno insieme

Aspettando la vendemmia di questo anno, che si preannuncia buona, ho scovato una notizia particolare che fa sobbalzare il mio contadino Benito e dire “presto e bene non stanno insieme nini!” Infatti è stata scoperta una nuova tecnologia che riduce drasticamente il processo di vinificazione, le nuove tecniche ormai stanno stravolgendo tutti i settori! La […]

Aspettando la vendemmia di questo anno, che si preannuncia buona, ho scovato una notizia particolare che fa sobbalzare il mio contadino Benito e dire “presto e bene non stanno insieme nini!”

Infatti è stata scoperta una nuova tecnologia che riduce drasticamente il processo di vinificazione, le nuove tecniche ormai stanno stravolgendo tutti i settori!
La ricerca, si sa,  deve provare a dare soluzioni che riducano continuamente tempi e costi.
Si chiama ‘Vine wizard ‘ ed è una nuova tecnologia sviluppata dalla CleanPath Resources che, attraverso l’utilizzo di onde elettromagnetiche e acustiche, potrà ‘creare’ il vino che si vuole in tempi molto rapidi.
Il processo, chiamato ETM (Electromagnetic treatment matrix) accelera l’affinamento del vino e ne aumenta il ph, riducendo l’acidità e la presenza di solfiti. E tutto con un tempo tra i 15 e i 60 minuti, a seconda del grado di maturazione che si desidera (leggero, medio o massimo).
In più di 150 prove di assaggio alla cieca (tra vini ‘maturati’ naturalmente e altri elettromagnetizzati), oltre il 97% del ha detto che il dispositivo ha migliorato il sapore del vino rosso, con un 90% d’accordo anche su un miglioramento dell’aroma. C’è stato poi l’85% concorde sul fatto che il sapore risultasse migliorato anche nel caso dei vini bianchi.
Nel Chianti noi la fretta si lascia alle lepri……

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *