Aspettando la vendemmia di questo anno, che si preannuncia buona, ho scovato una notizia particolare che fa sobbalzare il mio contadino Benito e dire “presto e bene non stanno insieme nini!”

Infatti è stata scoperta una nuova tecnologia che riduce drasticamente il processo di vinificazione, le nuove tecniche ormai stanno stravolgendo tutti i settori!
La ricerca, si sa,  deve provare a dare soluzioni che riducano continuamente tempi e costi.
Si chiama ‘Vine wizard ‘ ed è una nuova tecnologia sviluppata dalla CleanPath Resources che, attraverso l’utilizzo di onde elettromagnetiche e acustiche, potrà ‘creare’ il vino che si vuole in tempi molto rapidi.
Il processo, chiamato ETM (Electromagnetic treatment matrix) accelera l’affinamento del vino e ne aumenta il ph, riducendo l’acidità e la presenza di solfiti. E tutto con un tempo tra i 15 e i 60 minuti, a seconda del grado di maturazione che si desidera (leggero, medio o massimo).
In più di 150 prove di assaggio alla cieca (tra vini ‘maturati’ naturalmente e altri elettromagnetizzati), oltre il 97% del ha detto che il dispositivo ha migliorato il sapore del vino rosso, con un 90% d’accordo anche su un miglioramento dell’aroma. C’è stato poi l’85% concorde sul fatto che il sapore risultasse migliorato anche nel caso dei vini bianchi.
Nel Chianti noi la fretta si lascia alle lepri……

Leave a Reply

  • (not be published)