picnicStanotte alle 5,30 è arrivata la tanto attesa primavera, la più “precoce” dal 1896, che quest’anno coincide con la domenica della Palme, anche se dobbiamo dirlo l’inverno non è stato molto rigido. L’arrivo delle primavera non è solo un discorso di temperature e di maggior luce, ma è uno stato d’animo, la voglia di di rinascita interiore, di fare, di stare fuori all’aria aperta, l’idea che ci aspetterà un periodo di bei colori e luci affascinanti, tramonti mozzafiato e profumi da sogno. La primavera è il momento dei pic nic, delle scampagnate tra amici, delle feste paesane, della voglia di stare insieme in allegria finalmente all’aperto a poter godere delle bellezze della natura e perché no dell’inizio di tante storie d’amore. La Toscana è meta ideale per tutto questo, poter godere dei colori, dei suoni e dei profumi della campagna, passeggiare nelle strade bianche che costeggiano vigneti e oliveti come in un dipinto, fare delle gite in bicicletta e raggiungere abbazie, eremi e castelli o in vespa di borgo in borgo per godere appieno della magia della natura.  In questo periodo iniziano le sagre di paese dove si mangia benissimo, tutte cose genuine a metri zero e si beve bene ma soprattuto si sta in allegria e ogni borgo fa a gara perché è un orgoglio realizzare la più bella e la più rinomata festa. Iniziano anche i mercatini tipici, vino, olio, miele, frutta e verdura di stagione, e ancora formaggi di pecora, mucca e capra, marmellate e conserve, erbe aromatiche, tutti prodotti genuini di questa terra, frutto del lavoro dei contadini che mantengono intatta la tradizione dei loro antichi mestieri.
I paesaggi diventano cartoline incantevoli, colori, suoni e profumi idilliaci, borghi medievali e roccaforti che risplendono al sole primaverile, tramonti romantici, incontri inaspettati con personaggi d’altri tempi questa è la Toscana piena di fascino che ti conquista l’anima!

 

 

Leave a Reply

  • (not be published)