Il drappellone del Palio di domani 16 Agosto dipinto dall’artista bulgaro Ivan Dimitrov è dedicato a Mario Luzi, al forte legame che ha avuto con Siena,  per il centenario della sua nascita. Nel retro infatti i versi della poesia di Luzi “Mi guarda Siena”. Un’opera ispirata ai versi del “Viaggio terrestre celeste di Simone Martini” e di “Siena Primavera”.

Il poeta visse a Siena dal 1927 al 1929, dove completò gli studi ginnasiali. Fu qui che scoprì, ancora adolescente, l’arte, la lingua italiana nella sua più pura testimonianza, l’amicizia, l’amore. Furono anni importanti per la sua formazione, anni che ricorderà nel futuro in quanto l’ambiente senese fu per lui una fonte vivissima d’ispirazione e di profonda influenza artistica, sin dagli anni giovanili e delle prime importanti amicizie.
“Siena, città dell’anima, città dello spirito”, come la definì durante uno dei suoi soggiorni senesi di tanti anni fa.

Nel Palio ci sono riportati i suoi bellissimi versi:

Siena, così alla sua primavera si risveglia
Di quante mute e fragorose risse
Di uomini e bandiere, di che sfide,
brighe, intese si ravviva
la sua invitta ed armoniosa piena!

E domani come diceva un altro grandissimo “Siena trionfa immortale”

Buon Ferragosto!

 

Leave a Reply

  • (not be published)