Nathalie Grenon e Piero Sartogo sono i titolari di Sartogo Architetti Associati con studi a Roma e a New York.
La grande capacità di interpretare nei loro progetti l’identità culturale, il genius loci del luogo, sia esso in città che in campagna, ha consolidato la loro fama internazionale. Le loro architetture sono pezzi unici con una forte immagine, inscindibili dal contesto per la meticolosa scelta dei materiali, per l’accorta scansione e dimensione degli spazi, per l’uso di tecnologie avanzate sia di progettazione che di realizzazione. I progetti di questi anni hanno esplorato ogni aspetto dell’architettura:
la grande pianificazione urbana come il Masterplan del Complesso direzionale dell’Organismo
Internazionale O.C.S.E. a Parigi , il nuovo comparto urbano a Siena dalla Stazione al centro storico
l’organismo architettonico come la nuova Ambasciata di Italia a Washington, o il Palazzo per la sede
della Banca di Roma a New York, il complesso parrocchiale Santo Volto di Gesù a Roma e diverse
cantine di vinificazione in Chianti e Maremma
il design industriale come la collezione di cristalli per Tiffany, le collezioni Diamond, Avio per Poltrona Frau, le lampade Glass per Fontana Arte, la linea “Dal fuoco alla tavola” per Richard Ginori.
I loro lavori sono illustrati nelle seguenti pubblicazioni: Sartogo/Grenon. Italian Architects, collana I Talenti, L’Arcaedizioni, 2002; Piero Sartogo/Nathalie Grenon. Architettura, Skirà; Sartogo/Grenon. Architecture in Perspective, The Monacelli Press con la presentazione di Richard Meier; il libro di Renato Pedio, Piero Sartogo. Fiction, Universale di Architettura, n. 29; Sartogo/Grenon. Italian Architects, l’Arcaedizioni; Architettura del Sublime, Electa 2007.

Natalie è nata in Canada, con un’infanzia passata in quattro continenti, acquisisce un background internazionale. Dopo aver compiuto i suoi studi a Bruxelles (Laurea in Architettura) a Montréal e Boston (Master in Urbanistica) e Roma (con borsa di studio per il corso di specializzazione “Restauro Monumentale/Centri storici” Istituto ICCROM/UNESCO) ed aver fatto esperienza nel cinema e nel teatro come scenografa e come architetto a Boston, Montréal e New York, si stabilisce in Italia (iscritta come architetto negli albi di Siena, Parigi e Montréal).
Dal 1984, è associata a Piero Sartogo, con studi a Roma e New York.

E ora, visto l’amore che ha per le Terre Senesi, ha creato una nuova collezione Barberi che lavora sui segni dell’identità senese, esposta alla Champagnerie Cava de’ Noveschi un locale di grande respiro internazionale non solo a livello culinario.

www.sartogoarchitetti.it

 

 

Leave a Reply

  • (not be published)