Descrizione Un libricino interessante, ironico con ritmo e narrazione piacevole.

Che cosa si è disposti a fare pur di avere successo?
A quali compromessi bisogna scendere per uscire dall’anonimato?

Sono queste le domande del breve racconto di Marco Vichi che conduce il lettore nei meandri e nei tormenti di uno scrittore alle prese con un’opera su commissione che potrebbe cambiargli la vita.
Con il miraggio di fama, successo, donne e bella vita, il protagonista del libro si butta a capofitto in un’impresa apparentemente più grande di lui.
Il novello Dante, assistito dalla presenza costante di una musa ispiratrice decisamente meno angelica di Beatrice, che non lascia nulla all’immaginazione del povero scrittore che, oltre ad essere tormentato dalla scrittura è tormentato anche dalle grazie mai troppo celate di questo diavolo tentatore, si troverà a combattere i suoi “demoni” interiori con il miraggio di una ricompensa che darebbe sfogo alla sua ambizione e lo riscatterebbe dalla sua frustrazione nei confronti della società che non lo apprezza abbastanza.

Leave a Reply

  • (not be published)