E’ arrivata la primavera!

ballodasolaOggi alle 23:45 entra la primavera, detta in maniera più scientifica c’è l’equinozio di primavera, festa di oestara, Alban Eiler (“Luce della Terra”), ovvero quando la notte e il giorno hanno uguale durata  (che poi non lo è esattamente per una serie di variabili, ed è diversa alle diverse latitudini) ed è la prima volta in 200 anni che la primavera è salutata anche dal ‘Sole nero’, dal 1900 al 2100 e’ la prima volta che equinozio di primavera ed eclissi di Sole si verificano lo stesso giorno.

L’Equinozio di primavera celebra il ritorno della primavera e della vita, l’ascesa della Dea dagli Inferi. E’ una festa che celebra la fertilità della terra, alla bella stagione e il rinnovarsi della natura è evidente. L’Equinozio di Primavera segna proprio il momento dell’unione in un simbolismo cosmico, legato al risveglio della Natura; a ciò si ricollega il tema del matrimonio fra una divinità maschile, appartenente alla sfera solare, ed una femminile, legata alla Terra o alla luna. Il Dio Sole si accoppia, infatti, con la Giovane Dea Terra.
In questo giorno venivano accesi dei fuochi rituali sulle colline e, secondo la tradizione, più a lungo rimanevano accesi, più fruttifera sarebbe stata la terra. In questo giorno venivano, solitamente irrigati i campi, mentre i Druidi, sfruttando la corrispondenza perfetta tra ore solari e ore notturne, celebravano i loro Riti.

Alban Eiler è il momento della rinascita, dei nuovi progetti, è il momento in cui è possibile realizzare quei sogni che sono nati nel periodo freddo. E’ il momento adatto per aprirsi ai sentimenti e viverli nella loro totalità.
Rinascere con la Natura e fondersi con la Madre Terra, celebrarla e gioire della Vita che sboccia e si manifesta in tutte le sue forme.

Più luce e più calore provoca il risveglio del ciclo di fioritura delle piante, ed ecco il mondo tingersi di verde e di vivaci colori, uccellini cinguettanti o scoiattoli usciti dal letargo indaffarati a costruire un nido e trovare il compagno/la compagna giusta, la primavera sancisce il risveglio del corpo, della mente e dei sensi, con la bella stagione, le giornate si allungano, si avverte un irrefrenabile bisogno di stare all’aria aperta e ci si percepisce meno stressati. Aumentano i valori degli ormoni che regolano il tono dell’umore e la sessualità, si attivano olfatto, vista, udito, tatto, gusto e tra uomini e donne nascono i grandi amori.

“Un uomo può uccidere un fiore, due fiori, tre… Ma non può contenere la primavera”
MAHATMA GANDHI

 

+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *