Il Radicondoli Festival 2019, organizzato dall’Associazione Radicondoli Arte e diretto artisticamente da Massimo Luconi, si svolgerà da domenica 21 luglio a domenica 4 agosto, animando l’estate del borgo medievale di Radicondoli, nella provincia senese.

Un appuntamento da non perdere anche per riscoprire le colline Metallifere, un territorio, fra Siena e Volterra, di grande fascino e ricco di peculiarità naturali ed artistiche.

Il festival è un punto d’incontro tra i vari linguaggi delle arti, e nello stesso tempo un momento di riflessione su temi  contemporanei con sguardi aperti verso nuovi mondi. 

“Ai margini (la diversità è anche un valore)” sarà il tema dell’edizione 2019. Un termine con cui un tempo si indicava la condizione di chi, vivendo in aree decentrate, ne subiva gli effetti, restando fuori dallo sviluppo economico, ma che è oggi estendibile a tutte le voci fuori dal coro, che parlano da punti di vista diversi: persone dal colore del pensiero ‘diverso’ che portano un valore di autenticità. 

Il programma della XXXIII edizione del Radicondoli Festival presenta 25 appuntamenti di spettacolo, per un’officina di teatro diffusa in 12 location. Un progetto di spettacolo dal vivo che si sviluppa in un contesto di grande fascino, con un rapporto intenso con il territorio che in questa edizione si amplia nello straordinario patrimonio paesaggistico ambientale che circonda Radicondoli, in luoghi ricchi di fascino, come le fattorie e i boschi intorno al borgo, sperimentando nuove forme di comunicazione e di rapporto con lo spazio, come i trekking poetici.

L’anteprima del festival sarà, il 21 luglio un Concerto Recital su celebri arie di Belcanto (in collaborazione con Opera Network Firenze). Tra gli eventi in programma, mercoledì 24 luglio il concerto “La Rubia canta la Negra” di Ginevra Di Marco. Il festival si chiuderà il 4 agosto con Ivan Alovisio, regista ed interprete di Edipo Re, in anteprima nazionale. Tra i protagonisti di questa edizione ci saranno inoltre artisti e voci tra le più significative del teatro e della cultura italiana (www.radicondoliarte.org).

Un festival progettato con sapienza e semplicità, strutturato come un luogo aperto ai maestri del teatro contemporaneo, ai giovani professionisti, alla tradizione e alle nuove tendenze, che nella parte tecnica punta sul rapporto scenografico non invasivo e in sintonia con la natura dei luoghi, con l’obiettivo di fare del teatro uno spazio vivo, dove sia possibile discutere e confrontarsi.

Il paese stesso diventa festa e festival, unendo agli spettacoli la degustazione di prodotti locali, la visita di luoghi storici, e ambientali, incontri con gli artisti, in un momento di grande osmosi culturale. Inoltre in contemporanea con il Radicandoli Festival, il Circolo Acli “Giorgio La Pira” organizza nella “sala del biliardo” una mostra di pittura delle opere di Luciano Valensin, apprezzato e quotato pittore senese.

Il Radicondoli Festival si è oramai consolidato come uno degli appuntamenti più importanti dell’estate teatrale italiana sviluppando una forte attrazione culturale e turistica, di particolare importanza per Radicondoli, che ha accresciuto negli ultimi anni la consapevolezza della propria identità e delle potenzialità di sviluppo culturale.

Prenotazione biglietti e abbonamenti
Punto Informazioni Turistiche di Radicondoli Tel. 0577 790800
E-mail: turismo@radicondolinet.it  o radicondoliarte@gmail.com

                                                                                                              Andrea Sansoni

 

Mi chiamano “ambasciatore della Toscana” per tanti anni ho accompagnato amici e personaggi di tutto il mondo alla scoperta del mio angolo di Paradiso, non solo qui a casa mia ma anche portando le eccellenze ed i capolavori toscani del gusto, come amo definirle, negli eventi più glamourous. Mi piace raccontare tradizioni, storie e leggende che sono dentro ad un buon calice di vino e ad una buona ricetta.

Leave a Reply

  • (not be published)