panoramaSecondo l’ultimo report della nota agenzia di real estate Knight Frank, il Chianti è il territorio d’Europa che ha visto crescere di più, nell’ultimo anno (+12%) le quotazioni delle proprietà, intese come insieme di vigneti e immobili, con il triangolo d’oro che è compreso tra Pisa, Firenze e Siena, dove le quotazioni delle aziende sono comprese tra i 2 e gli 8 milioni di euro.

Anche i vigneti aumentano sempre di più il loro valore: un ettaro di Brunello di Montalcino è stimato tra i 250 e i 350mila euro, mentre a Bolgheri si va tra i 300 e i 320mila, nel territorio del Nobile di Montepulciano tra i 150 e i 200 mila euro, e fino a 150 mila euro sono necessari anche per le sottozone storiche del Chianti classico.

La Toscana poi è tra le prime Regioni d’Italia anche per la redditività degli investimenti nella produzione enologica: secondo un analisi di WineMonitor-Nomisma, la Regione con il migliore Ros (Ritorno sulle vendite), con una percentuale del 6,1%, su una media nazionale del 3,8%. Secondo Winenews, la Toscana, detto in altre parole, la Regione che riesce a vendere il suo vino con il margine di guadagno più alto.

In un momento così difficile, nel pieno della crisi, sono dati che lasciano impressionati e direi: in alto i calici un brindisi al Chianti !!!

Leave a Reply

  • (not be published)