Borgo San Felice è un incantato rifugio per chi voglia vivere le emozioni della Toscana più autentica. Era un villaggio della campagna chiantigiana, oggi è un prezioso Relais & Châteaux a 5 stelle, dove l’accoglienza e la cura per l’ospite rendono il soggiorno indimenticabile. Borgo San Felice ha i colori del Chianti più dolce, quello senese; lo sguardo si abbandona sui filari di vite, sui boschi di lecci e querce, sulle torri di Siena che si vedono in lontananza.
Un tempo dimora dei Marchesi Del Taja, questo piccolo feudo medioevale, con cappella privata e orto botanico, mantiene intatto il fascino fiabesco del suo passato aristocratico e l’eleganza semplice e rurale del Chianti senese.Piccolo tesoro d’arte del Borgo è la chiesa della Pieve, consacrata al martire San Felice da Nola, magica location per romantici matrimoni. Probabilmente di origine romanica, la chiesa fu ricostruita nel 1705 a cui fecero seguito altri interventi operati nel primo ‘900, in particolare al campanile; all’interno sono conservati interessanti opere del 1600 e del 1700, tra cui la pala d’altare del senese Sebastiano de Floris.L’Hotel accoglie gli ospiti in 33 Camere e 20 Suites di lusso sparse per il tipico borgo chiantigiano, e mette a disposizione degli ospiti una deliziosa piscina esterna riscaldata con pool bar, due campi da tennis, una fornitissima enoteca, la palestra attrezzata con nuovissimi macchinari Tecnogym e il  centro benessere ricavato dentro l’antico frantoio finemente restaurato.

Nel borgo è possibile assecondare tutti i sensi, o fermarsi all’aperto nel ristorante informale La Terrazza, dove propongono un ottimo barbecue o per chi ama l’enogastronomia stellata dedicarsi un momento magico al ristorante Poggio Rosso che dal 2013 è diretto dallo Chef pluristellato Francesco Bracali.

Leave a Reply

  • (not be published)