10 Cose da vedere a Firenze

10 Cose da vedere a Firenze, turismo di elite per visitare emozionandosi

La mia selezione, le 10 cose da vedere a Firenze che consiglio per conoscere e visitare Firenze nel suo cuore pulsante, aggiungendo maggiore sapore alle classiche attrazioni che, se siete per la prima volta a passeggio nella capitale del Rinascimento, non vi dovete assolutamente perdere.

10 cose da vedere a Firenze, cappello

Per cui, oltre a Piazza del Duomo (con la Cupola, la cattedrale di Santa Maria del Fiore, il campanile di Giotto e il Battistero), la Loggia dei Lanzi, gli Uffizi e Santa Croce ecco le 10 cose da vedere a Firenze secondo me.

• Lasciatevi Ponte Vecchio dietro le spalle e perdetevi letteralmente nelle stradine di “Oltrarno”, pullulanti di negozi e botteghe artigiane, qui è dove vivono i fiorentini.

• Museo Gucci, tre piani che raccontano la moda del paese e del mondo, tra le intuizioni di abiti e borse arrivando a design di lampade e bicchieri. Da vedere.

• Museo Archeologico Nazionale, una sosta intensa per godere nel silenzio (non sono molte le persone che vengono a visitare queste sale) il mistero e la storia etrusca. Si entra gratuitamente fino ai 18 anni di età.

• Giardino delle Rose, punto panoramico mozzafiato inserito nell’armonica pace siglata dalle sculture di Folon

• Fontana del Porcellino, una piccola scultura di un cinghiale che, si dice, porti fortuna. Un po’ turistico, ma molto caratteristico, ha rivestito anche la copertina di un celebre album di Riccardo Marasco

• Cimitero degli Inglesi. Purtroppo ad oggi è una sorta di isola spartitraffico, per cui lo dovrete visitare in un’atmosfera non silenziosa di clacson e macchine, ma rimane il Pere Lachaise toscano, in cui si assapora il periodo romantico della città.

• Mercato Centrale di San Lorenzo, magari dopo una visita al complesso religioso di rara bellezza, regalatevi acquisti e degustazioni tra banchi pittoreschi, qui troverete cose da tutta la tradizione toscana

• Tour a bordo di una barca dei renaioli, un bel giro a pelo d’acqua, per osservare il centro storico da altre angolature, vivendola così come facevano anticamente.

• Museo Marino Marini, il luogo che in miglior modo esprime l’epoca contemporanea, in una città che aspirerebbe ancora a vivere nel 1400

• Accademia della Crusca, leggermente fuori dai quartieri centrali, istituzione che in passato ed oggigiorno studia la lingua italiana, contribuendo a divulgarla.

Articoli correlati